Genesi di un servizio fotogiornalistico
DOCENTE
Alessandro Gandolfi
www.alessandrogandolfi.com
www.parellelozero.com

DATE
Il corso si terrà il 10 e l'11 febbraio 2018 dalle ore 09:30 alle ore 13:30 e dalle ore 15:00 alle ore 19:00

LUOGO
Brescia

DESCRIZIONE
Come nasce, come si costruisce e come si propone un servizio fotografico?
A spiegarlo in questo intenso workshop di due giorni è Alessandro Gandolfi, assiduo collaboratore di varie riviste italiane e internazionali. Si inizierà toccando i vari aspetti di un reportage: dalla ricerca dello spunto iniziale alla pianificazione del servizio, dal lavoro sul campo all'atteggiamento da tenere con i soggetti fino all'editing definitivo delle immagini.
Come si sceglie un'apertura e una sequenza vincente? Quanto è importante la postproduzione delle immagini e perché è indispensabile conoscere la deontologia professionale?.


BIOGRAFIA ALESSANDRO GANDOLFI
Nato a Parma (1970) è fotografo e giornalista, socio fondatore dell'agenzia fotografica ParalleloZero. I suoi lavori sono apparsi in varie pubblicazioni, inclusi Le Journal de la Photographie, Corrier International, Lightbox TIME, Newsweek Japan, Le Monde, Le Figaro Magazine, VSD, Die Zeit, Geo Mare, Terra Mater, The Sunday Times Magazine, National Geographic France, National Geographic Italy, L'Espresso, Internazionale, D - La Repubblica delle Donne, Marie Claire, Elle, Sette - Corriere della Sera, Il Venerdì di Repubblica. 
 
Le sue foto sono state esposte o proiettate in diverse mostre personali o collettive: nel 2017 a Palazzo Reale di Milane con "Il Domo si racconta", nel 2016 al Photojourn Festival (Bangkok, Thailandia), al VISA Pour l'Image 2014 e 2015 (Perpignan, Francia), all'Angkor Photo Festival (Cambogia, 2014). Ha partecipato fra le altre alle esposizioni organizzate dalla National Geographic a Palazzo delle Esposizioni (Roma, da 2009 al 2015), a "Le Printemps Arabe" al Centre Mèditerranèen de la Photographie (Ajaccio, Francia, 2012), al "Freedom to Create" (Cape Town, Sud Africa, 2011), a "Provocation" - New York Photo Festival (USA 2011) e a "Unpublished - Unknown" al MACRO Testaccio (Roma, Italia, 2010)

Ha ricevuto per tre volte il National Geographic's Best Edit Award (2010, 2011 e 2017) con tre reportages pubblicati nell’edizione italiana del magazine. Nel 2017 è risultato tra i finalisti del premio Ponchielli. Nel 2016 il servizio sulla situazione post-ebola in Sierra Leone ha ricevuto il PDN Photo Annual 2016 nella sezione Documentary/Photojournalism e una menzione d'onore al MIFA (Moscow International Foto Awards). Insegna reportage presso Officine Fotografiche Milano, tiene regolarmente workshop sul fotogiornalismo.
Laureato in filosofia, ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Ugrbino (IFG) e ha lavorato come cronista per La Repubblica fino al 2001, quando ha iniziato a dedicarsi al fotogiornalismo.

PROGRAMMA

  • Introduzione e presentazione.
  • Come si individua una storia da raccontare, come la si calibra sulla base delle esigenze editoriali dei committenti, quali sono le fonti d’informazione migliori a cui attingere.
  • Fase di preparazione e pre-produzione di un reportage.
  • Come si individua un fixer, quali sono le sue attività, come rapportarsi con lui.
  • Preparazione di uno storyboard da seguire durante la realizzazione del reportage.
  • Sul campo: regole teoriche, trucchi del mestiere e segreti per fotografare situazioni dinamiche tipiche del reportage.
  • Presentazione e promozione del proprio materiale.
  • Il punto di vista del photoeditor: elementi di valutazione di un servizio.
  • Come nasce un servizio fotografico commissionato?
  • Scrittura e fotografia. La figura del fotoreporter e quella del giornalista-scrittore sono compatibili se riunite nella stessa persona?
  • Fino a che punto il diritto di cronaca consente al fotogiornalista di spingersi nel documentare la realtà.
  • Aspetti legali del copyright, diritto alla privacy, normative vigenti. Uso delle liberatorie.
  • Aspetti economici. Come si valuta un reportage?
  • Il fotoritocco nella postproduzione: fino a che punto il fotogiornalista può permettersi di alterare un’immagine. 
  • Lettura portfoli presentati 


PORTFOLIO
Compatibilmente ai tempi del corso, la parte finale sarà rivolta alla lettura di alcuni portfoli portati dai partecipanti. Questi verranno poi commentati in base a quello che è stato visto durante i due giorni di workshop.
Si invitano quindi i partecipanti a portare un loro lavoro già realizzato (o in fase di realizzazione) per commentarlo insieme. Il lavoro dovrà essere presentato in formato digitale ed avere un numero di scatti tra i 25 e i 40.

PREZZO
iscrizioni entro l'11 gennaio 2018: 230,00 €
iscrizioni dall'11 gennaio 2018: 260,00 €

PERNOTTAMENTO
Sarà a disposizione a breve l'elenco di alcune strutture ricettive vicino alla struttura che ospiterà il workshop

ISCRITTI
Il workshop si svolgerà qualora si raggiunga il numero minimo di 10 iscritti. Il numero massimo di iscritti è di 16

ISCRIZIONE ON-LINE


CONTATTI
Per l'iscrizione o qualsiasi altro dubbio potete rivolgervi ai seguenti recapiti:
Simone +39 339 632 40 40
Emanuele: +39 327 796 39 83
e-mail: info@nessunopress.it

PAGAMENTO
Si richiede il pagamento anticipato attraverso bonifico bancario sul conto corrente intestata a:

Pagamento al momento dell'iscrizione tramite bonifico bancario:
Associazione Culturale NESSUNO[press]
IBAN IT15M0311111202000000033325
causale: “Genesi di un servizio fotogiornalistico”

Qualora il corso non si tenga verrà resa l'intera quota.
In caso di ritiro oltre i 14 giorni verrà restituita l'intera quota.
In caso di ritiro entro i 14 giorni verrà restituito il 50% della quota.