Emanuele Broli
Emanuele Broli nasce il 5 febbraio 1969 a Brescia.
Trascorre gli anni della formazione frequentando corsi e workshop di fotografia tra cui uno con Alessandro Rizzi docente di gestione del colore presso il Politecnico di Milano. Segue gli workshop di Giorgia Fiorio, di Sergio Ramazzotti, di Gigi Giannuzzi, di Bruno Cashel, di Christian Caujolle e con Fotografi Senza Frontiere. Ha fotografato le ultime tre edizioni delle paralimpiadi ed ha esposto il proprio lavoro in diverse mostre collettive e personali tra cui "Spirit in Motion" a Brescia. Ha esposto presso il festival di fotografia di Colorno e di Rovereto.
Con il lavoro sulle Paralimpadi di Torino vince il premio "A Better World".Nel 2010 pubblica "Face the Fight - Cronache dalle recenti paralimpiadi". Collabora con il Festival Tener_a_Mente presso il Vittoriale di D'Annunzio.
Nel 2013 ha pubblicato con Laura Predolini e Marco Ciccolella il libro fotografico "Rise again" reportage fotografico sulle Paralimpiadi di Londra 2012.


CONTATTI
e-mail: emanuele.broli@yahoo.it
web: www.emanuelebroli.it
Il progetto nasce dall'esperienza di Laura ed Emanuele con le precedenti Paralimpiadi. L'idea è quella di divulgare tale sport al di fuori dell'ambiente paralimpico. Gli atleti sono persone che lavorano, si impegnano, combattono, soffrono, gareggiano, vincono e perdono.
 
Miss Italia-India 2011
Gio 15 Settembre 2011
Il primo concorso moderno di bellezza fu presento negli Stati Uniti nel 1854 ma fu anche annullato per le proteste popolari ma da lì iniziarono a diffondersi. Nel 1880 fu la volta del primo concorso di bellezza in spiaggia rompendo un altro tabu. Nel 1921 si svolse per la prima volta Miss America con una fase che contemplava una sfilata in abiti da sera e numeri musicali. Ora con la modernizzazione e la diffusione di persone di ogni etnia sul continente, a fianco colei che rappresenta una nazione e residente in questa, si affiancano una serie di concorsi legati all'elezione della reginetta residente in un altro stato. Questa rappresenterà poi il paese in vari concorsi a livello mondiale.
 
Il Campionato mondiale di body painting (WBF) è stato creato nel 1998. Da allora, ogni anno, in Carinzia richiamando alcune decine di visitatori e che coinvolge circa 200 artisti e come molti modelli.
Gli ultimi 4 giorni del festival sono aperte al pubblico, dopo una prima parte legata al workshop nel campo del bodypainting. Non si tratta solo di dipingere un corpo o di un volto, ma portare la stessa in un contesto e un ambiente e quindi l'artista deve produrre la propria opera d'arte effimera concentrandosi su un tema, una danza, un ponte pedonale.
 
Paralimpiadi Pechino 2008
Lun 04 Agosto 2008
Uno spettacolo toccante sia per carica agonistica che per forza umana. Se si vuole trovare nello sport quelli che sono i principi ispiratori portati da De Coubertin nelle Olimpiadi moderne, più che queste, dovrebbe ricercarli in un evento che si svolge nei medesimi luoghi ma due settimane dopo. Medesimo agonismo ma con un rispetto verso l'avversario che non si può paragonare a quello olimpico. Forse perchè questi atleti, nella vita di tutti i giorni hanno le medesime difficoltà, li avvicina molto tra di loro. Gli incontri tra le persone sono maggiormente autentici come pure gli scontri ma soprattutto, ogni atleta, è una storia a se stante che meriterebbe un racconto.
Un mondo a parte che andrebbe riportato nei suoi valori fondamentali anche nella nostra vita di tutti i giorni