Reportage: nascita e sviluppo di una storia

DOCENTE
Alessandro Gandolfi
www.alessandrogandolfi.com
www.parellelozero.com

DATE
28 marzo 2015
orario: 9:00 - 18:00

LUOGO
Opificio dei sensi
Via Brolo Musella 27 
37036 località Ferrazze, San Martino B.A. - Verona 
www.opificiodeisensi.it



IN COLLABORAZIONE CON
Gulliver Travelbooks
Via Stella 16b – 37121 – Verona – Italia
www.gullivertravelbooks.it




DESCRIZIONE
Qual è il modo migliore per trovare uno spunto fotogiornalistico? Come si pianifica un servizio? Come si usa davvero la fotocamera? E quando si può dire di avere realizzato un vero reportage? Partire da una buona idea ed arrivare ad avere un buon editing non basta. Occorre sapersi muovere sul campo, avere pazienza e tenacia.

C'è sempre un altro punto di vista. Una notizia non raccontata, un angolo nascosto non rivelato, un modo diverso di narrare una storia. Fotografare l'altra faccia di una realtà è un modo di fare reportage che si pone come valida alternativa all'immagine di news e di stretta attualità.

La fotografia umanitaria si avvale del medesimo principio e ha come fine quello di indagare contenuti di rilevanza etica, conoscere e approfondire le problematiche e i progetti di sviluppo in zone più o meno conosciute del mondo.
Una buona idea, la conoscenza della tecnica fotografica e l'editing delle immagini sono ingredienti indispensabili per questo tipo di reportage.

PROGRAMMA
(il programma potrebbe subire alcune variazioni)
  • Introduzione e presentazione.
  • Come si individua una storia e come la si costruisce
  • Come si scatta per un giornale 
  • Fase di preparazione e pre-produzione
  • Lo storyboard
  • Prima, durante e dopo lo scatto
  • Come si presenta il lavoro effettuato
  • Relazione tra committente e fotografo
  • Codici di condotta in loco 
  • Immagini istituzionali per associazioni  e reportage per l'editoria
  • Accenni alla selezione e miglioramento delle immagini


BIOGRAFIA ALESSANDRO GANDOLFI
Nato a Parma (1970), Alessandro Gandolfi è socio fondatore dell’agenzia fotografica Parallelozero.
I suoi lavori sono apparsi su diversi giornali e riviste, fra i quali Le Journal de la Photographie, Die Zeit, The Sunday Times Magazine, Le Monde, Mare, National Geographic Italia, L'Espresso, La Repubblica delle Donne. Le sue immagini sono state esposte in mostre personali e collettive: fra queste, “Le Printemps Arabe” al Centre Méditerranéen de la Photographie ad Ajaccio (France, 2012), “Freedom to Create” a Cape Town (South Africa, 2011),  “Provocation” al New York Photo Festival (USA, 2011), “Unpublished-Unknown” al MACRO Testaccio di Roma (2010) e le ultime quattro della National Geographic (dal 2009 al 2012) a Palazzo delle Esposizioni a Roma. Nel 2012 è stato membro della giuria per il concorso curato da National Geographic Italia. A due suoi reportage pubblicati nel 2010 e nel 2011 sull’edizione italiana del National Geographic sono stati assegnati il Best Edit Award. Laureato in filosofia, ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Urbino (IFG) e ha lavorato come cronista per La Repubblica fino al 2001, quando ha iniziato a dedicarsi al fotogiornalismo.

 
COME RAGGIUNGERCI
In auto – L'Opificio dei Sensi (Via Brolo Musalla 27, Ferrazze) è facilmente raggiunbile dall'uscita di Verona Est sull'autostrada Milano - Venezia. Usciti dal casello imboccare la tangenziale Est ed uscire a "Mattarana". Qui svoltare a sinistra in direzione San Martino e proseguire sempre dirtti per circa un chilometro. 
 
Mezzi Pubblici –  Con i mezzi, la modalità più indicata è quella di utilizzare il bus numero 13 oppure il 98 (notturno) dal centro di Verona o dalla Stazione di Porta Nuova in direzione Montorio. Scendere alla fermata di Piazza Buccari al centro del paese di Montorio. Da lì, l'Opificio dista circa 20 minuti a piedi. Dietro preavviso, è possibile pensare di allestire a riguardo una "navetta" in collaborazione con l'Opificio stesso.
Pensiamo anche, visto la distanza della stazione di Verona, di gestire un servizio di trasporto fino alla sede. Se interessati vi preghiamo di contattarci con anticipo in modo da organizzare il gestire il servizio al meglio.




PREZZO
- entro il 28 febbraio € 120,00
- dal primo marzo € 130,00
il pranzo presso la sede è incluso nel prezzo


VUOI PARTECIPARE ANCHE AL GIORNO PRECEDENTE? 
"Reportage: nascita e sviluppo di una storia"
- entro il 28 febbraio SCONTO DI € 40,00 (€ 200,00)
- dal primo marzo SCONTO DI  € 40,00 (€ 220,00)

sconti per i tesserati NESSUNO[press] e Gulliver Travel Books

CLICCA QUI PER VEDERE LA GIORNATA SUCCESSIVA - REPORTAGE: editing e promozione di una storia

PAGAMENTO
Pagamento al momento dell'iscrizione tramite bonifico bancario

Associazione Culturale NESSUNO[press]
IBAN IT11Z 03500 11202 000000033325 
causale: “Costruire un reportage”

Qualora il corso non si tenga verrà resa l'intera quota.
In caso di ritiro oltre i 14 giorni verrà restituita l'intera quota
In caso di ritiro entro i 14 giorni verrà restituito il 30% della quota

PERNOTTAMENTO
Sarà a disposizione a breve l'elenco di alcune strutture ricettive vicino alla struttura che ospiterà l'workshop

ISCRITTI
Il workshop si svolgerà qualora si raggiunga il numero minimo di 10 iscritti. Il numero massimo di iscritti è di 16

SCHEDA DI ISCRIZIONE CONTATTI ON LINE
Per l'iscrizione o qualsiasi altro dubbio potete rivolgervi ai seguenti recapiti:

​CONTATTI
Per l'iscrizione o qualsiasi altro dubbio potete rivolgervi ai seguenti recapiti:

telefono: +39 327 79 63 983
e-mail: info@nessunopress.it